IL PONTE MEDIEVALE SUL “PASCI BOVI” – Nepi (VT)

Antico ponte di origine medievale lungo la VIA AMERINA, l’antica strada consolare costruita dai romani nel 241 a.C..

Quest’antica opera di ingegneria stradale presenta una struttura a “schiena d’asino” tipica del periodo medievale e testimonia l’utilizzo e l’importanza di questa strada anche ben oltre il periodo romano (questo ponte è stato costruito nel medioevo sui resti di un altro di origine romana e dunque preesistente).
La struttura presenta il piano di calpestio composto da blocchi di basalto, (probabilmente sono stati riutilizzati quelli che ricoprivano il ponte preesistente di origine romana) ed una sola arcata.
Ancora oggi sono visibili, alla base dell’arco, tre fori su ogni lato all’interno dei quali venivano inseriti i pali in legno che componevano “l’impalcatura” per costruire poi la struttura.

Il nome Pasci Bovi deriva dal nome del torrente sopra il quale è stato costruito.

Testo e video di Luca Panichelli

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

LA TORRE – Corchiano (VT)

 

 

76722707_2498133003805752_6189009575312621568_n


 

Qualche tempo fa, mentre percorrevo in macchina la strada che da Corchiano (VT) conduce a Fabrica di Roma (VT), il mio sguardo venne catturato dai ruderi di una torre che, solitaria e malconcia, svettava tra le piante di nocciole, ai margini della strada. Accostai subito con la macchina, presi la mia fedele compagna di tante esplorazioni (la macchina fotografica), e mi misi subito in cammino verso di essa, inoltrandomi così in un grande noccioleto…

78070093_2498133350472384_3063505021531324416_n

Il cielo non era dei migliori, ed i rami delle piante fitti sopra la mia testa, rendevano davvero scarsa la visibilità e dopo qualche centinaio di metri la torre sembrava essere scomparsa. Incominciai così a guardarmi intorno, spostandomi lentamente tra le foglie bagnate dalla pioggia, e soltanto dopo qualche istante riuscii finalmente a scorgere gli antichi ruderi.

78234974_2498133120472407_7913887695724609536_n.jpg

Man mano che mi avvicinavo alla torre mi rendevo sempre più conto del suo pessimo stato di conservazione e del fatto che riuscirla a vedere in piedi ancora oggi sia davvero un Miracolo.

Arrivato finalmente ai piedi della costruzione i miei sentimenti furono contrastanti: da una parte la rabbia per aver permesso al tempo e all’incuria di portare alla rovina una cosi importante testimonianza storica,  dall’altra parte invece la gioia e l’ammirazione verso l’ingegno e la bravura dei nostri avi, capaci di costruire strutture in grado di resistere al tempo e al nostro moderno menefreghismo.

74496180_2498133070472412_105615595155750912_n.jpg

Di questa antica struttura medievale ad oggi rimangono ancora visibili due muri che formano l’angolo N della torre, originariamente a pianta quadrata .Questi muri presentano uno spessore medio di m. 0,70 e  sono composti di blocchi di tufo squadrati. Sulla parete E si conserva una finestra (m. 0,60 x 0,40) che, all’interno, presenta l’architrave intagliato a “cuspide”.

76722707_2498133003805752_6189009575312621568_n.jpg

La base della torre, risulta allo stato attuale impraticabile, essendo le mura pericolanti e invase da folta vegetazione, e per questo motivo è fortemente sconsigliato avvicinarsi più del dovuto…Nel terreno circostante, coltivato a noccioleto, rimangono alcuni frammenti di leucitite pertinenti al basolato della via Amerina che vi passava a fianco, in direzione della Madonna del Soccorso. Nel 1966 casualmente si rinvenne una piccola tomba a camera con loculo, ricavata nel tufo, con soffitto crollato e in cattivo stato di conservazione. Il materiale trovato, attualmente conservato nei magazzini del Forte Sangallo a Civita Castellana, comprendeva frammenti di ceramica italogeometrica, vasi di bucchero, vasi d’impasto ,e alcuni frammenti di lama di coltello in ferro.

Questa antica torre, segnalata in una ricognizione archeologica effettuata dai “soliti” studiosi inglesi nel 1957, era stata eretta in epoca medievale a difesa dell’antica via Amerina, cosa molto comune nell’agro falisco. Durante il Medioevo, infatti, i Longobardi occupavano gran parte d’Italia, mentre i Bizantini dominavano una piccola striscia di terra che ricalcava in gran parte il tracciato dell’antica via romana. Per questo motivo quest’ultimi decisero di costruire delle torri proprio per difendere il loro “piccolo” territorio.

517px-Mappa_italia_bizantina_e_longobarda.jpg

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

ESCURSIONE : “CAMMINANDO NELLA STORIA: DA CORCHIANO A FALERII NOVI”

FB_IMG_1573823838341

DOMENICA 24 NOVEMBRE – ORE 9:00

🌳🌳🌳 NUOVO ITINERARIO 🌳🌳🌳

L’Agro Falisco vanta un’importante e poco conosciuta storia ultramillenaria che va dai primi insediamenti umani sino ai nostri giorni, abbracciando cosi varie epoche tra cui quella falisca, romana e medievale. Ancora oggi, disseminati negli angoli più remoti, spesso all’interno di profonde e strette gole (forre), si trovano i resti di questo glorioso passato…ed è proprio tutto ciò che andremo a scoprire insieme questa domenica!

Partiremo da Corchiano, un piccolo paese della provincia di Viterbo, il quale, secondo alcuni studiosi, andrebbe identificato come l’antico centro falisco di FESCENNIUM. Qui discenderemo subito all’interno di una profonda e bellissima forra. Camminare in questo periodo al suo interno è davvero qualcosa di straordinariamente bello e rilassante: le alte e ripide pareti tufacee si rivestono di muschio e di felci in netto contrasto con il giallo delle foglie cadute a terra, le quali creano una sorta di tappetto multicolore,,,insomma un vero e proprio PAESAGGIO FIABESCO!!!
Da qui in poi sarà un susseguirsi di veri e propri TESORI NASCOSTI: CASCATE, GROTTE PALEOLITICHE, UN EREMO, CUNICOLI e ben 2 VIE CAVE. Queste antiche strade, di epoca falisca, scavate a mano nel tufo e con le pareti alte fino a 15 m, conservano ancora oggi importanti iscrizioni, oltre ad un eterno velo di mistero e suggestioni…..e camminare al loro interno, inghiottiti dalle loro ciclopiche pareti tufacee, è davvero qualcosa di UNICO ed ALTAMENTE EMOZIONALE!!!

Dopo aver ammirato tutte queste meraviglie il nostro “viaggio nella storia” continuerà alla scoperta dei resti dell’antica città di Falerii Novi, costruita dai romani dopo la distruzione di Falerii Veteres (241 a.C). Questa antica città, ancora oggi, risulta “addormentata” sotto il livello del suolo, nonostante diversi studi effettuati con il georadar hanno confermato la presenza di importanti resti del suo glorioso passato.

L’escursione terminerà con l’APERTURA STRAORDINARIA, E DUNQUE LA VISITA, dell’ABBAZIA CISTERCENSE DI SANTA MARIA IN FALLERI

N.B. Il percorso è semplice e adatto a tutti e prevede alcuni tratti su strade asfaltate secondarie.

COSA VISITEREMO:

– VIA CAVA DI SANT’EGIDIO

– VIA CAVA DELLA CANNARA CON ISCRIZIONE

– GROTTE PALEOLITICHE

– GROTTA DI SANT’EGIDIO

– DUE CASCATE

– PORTA FURBA CON EREMO DI SANT’EGIDIO

– RESTI TORRE MEDIEVALE

– I RESTI DELL’ANTICA CITTA’ DI FALERII NOVI (241 a.C.)

– LA PORTA DI “GIOVE”

– VISITA DELL’ABBAZIA CISTERCENSE DI SANTA MARIA IN FALLERI a cura dell’Ufficio Turistico del Comune di Fabbrica di Roma (VT)

DETTAGLI ESCURSIONE
DIFFICOLTA’: Facile
LUNGHEZZA : 9 KM
DURATA: +/- 5 ore
COSTO: 12 EURO ( ESCURSIONE + ASSICURAZIONE GIORNALIERA + TESSERA ASSOCIATIVA GRATUITA)

PER INFO E PRENOTAZIONI:
👉LUCA 3386978479

COSA PORTARE:
Abbigliamento e scarpe da trekking + k-way + pranzo al sacco + acqua (almeno 1,5 lt a testa)

ORA E LUOGO DELL’APPUNTAMENTO:
Ore 9:00 puntuali presso Falerii Novi (VT)

AD ACCOMPAGNARVI IN QUESTA ESCURSIONE:
– LUCA PANICHELLI, Dottore in “Arte, cultura e turismo del territorio”; esperto conoscitore dell’Agro Falisco; studioso della cultura falisca; fondatore del blog Tesori Nascosti – Agro Falisco

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:
Nel momento dell’ISCRIZIONE all’evento, che può avvenire per VIA TELEFONICA (Luca 3386978479) o TRAMITE MESSAGGIO ALLA PAGINA FACEBOOK Tesori Nascosti – Agro Falisco, i partecipanti dovranno rilasciare i propri dati (nome, cognome, data di nascita e codice fiscale) per la stipulazione dell’assicurazione infortuni giornaliera compresa nella quota. I dati rilasciati verranno utilizzati ai sensi dell’art. 13 D.lgs. n. 196/2003 per la stipulazione della polizza stessa. I dati vanno forniti solo per la prima partecipazione, per le escursioni successive non verranno richiesti in quanto registrati.

EVENTO ORGANIZZATO DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE “STRADA DEI SAPORI E DELLA CULTURA – TERRE FALISCHE” IN COLLABORAZIONE CON IL BLOG Tesori Nascosti – Agro Falisco

LE ISCRIZIONI ALL’EVENTO SARANNO CHIUSE SABATO 23 NOVEMBRE O AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MASSIMO DEI PARTECIPANTI.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

27/10/2019 ESCURSIONE CON RIEVOCAZIONE STORICA: “CAMMINANDO NELLA STORIA: DALLA VIA AMERINA ALLA VIA CAVA FANTIBASSI”

FB_IMG_1571144972352

🌳🌳🌳🚶🌳🌳🌳

DOMENICA 27 OTTOBRE –

ESCURSIONE CON RIEVOCAZIONE STORICA:

“CAMMINANDO NELLA STORIA: DALLA VIA AMERINA ALLA VIA CAVA FANTIBASSI”

Quella di DOMENICA 27 OTTOBREnon sarà una semplice passeggiata culturale ma un vero e proprio “VIAGGIO NELLA STORIA”, lungo uno degli itinerari più belli, pittoreschi e ricchi di testimonianze archeologiche presenti in zona …..E CON UNA PICCOLA RIEVOCAZIONE STORICA LUNGO IL PERCORSO!!!

Partendo da Falerii Novi (fraz. di Fabrica di Roma, VT) dopo qualche centinaio di metri ci ritroveremo improvvisamente catapultati indietro nel tempo lungo la via Amerina, l’antica strada consolare fatta costruire dai romani nel 241 a.C.. In questo tratto (Cavo degli Zucchi) essa ci appare in tutta la sua arcaica bellezza, mostrandoci i resti delle antiche necropoli scavate nelle pareti tufacee poste ai suoi margini, tra cui la stupenda TOMBA DEL RE E DELLA REGINA.
Dopo aver ammirato il maestoso PONTE ROMANO sul fosso dei Tre Ponti ( il ponte più grande e meglio conservato dell’intera via Amerina) ci addentreremo all’interno di una tra le FORRE PIU’ BELLE E SELVAGGIE di questo territorio. Qua il paesaggio cambia decisamente e i verdi prati assolati lasciano spazio ad un mondo “fatato” dove le felci, il pungitopo ed il muschio si fanno strada tra pioppi secolari, ed il silenzio è interrotto solo dal rigoglioso scorrere del Rio Maggiore, che si snoda ai margini del sentiero.
La meta finale di questa nostra PASSEGGIATA CULTURALE sarà la maestosa TAGLIATA (O VIA CAVA) FANTIBASSI.
Questa antica strada, scavata a mano nel tufo intorno al 380 a.C., con le pareti alte fino a 15 m, conserva ancora oggi importanti iscrizioni, oltre ad un eterno velo di mistero e suggestioni!
insomma…un luogo magico, di incantevole bellezza dove, camminare al suo interno, inghiottiti dalle sue ciclopiche pareti tufacee, è davvero qualcosa di UNICO ed ALTAMENTE EMOZIONALE!!!

….MA NON è TUTTO!!!…questa volta infatti vogliamo farvi letteralmente tornare indietro nel tempo, e per questo abbiamo deciso di arricchire questa escursione attraverso un piccola RIEVOCAZIONE STORICA , curata nei minimi particolari dallo studioso e rievocatore ALESSIO GRANDICELLI.
Alessio, come noi organizzatori, nutre una forte passione per la storia di questo territorio e negli anni ha raggiunto una grande esperienza e professionalità in questo settore. Da qualche anno collabora con alcuni tra i più importanti Musei di Roma, e non solo, tra cui il Museo Etrusco di Villa Giulia, dove periodicamente si esibisce in rievocazioni storiche. Negli ultimi anni, inoltre, è stato coinvolto in alcune riprese televisive tra cui:
– LINEA VERDE (RAI1)
– ITALIASI (RAI1)
– SPOT “IMPERO COUTURE” (CANALE 5)
– ROMULUS (SKY)

……non perdere l’occasione di passare una domenica in pieno relax, immersi nel verde….A DUE PASSI DA ROMA!!!
COSA AMMIREREMO LUNGO IL CAMMINO:
– La via Amerina (241 a.C.)
– La necropoli del Cavo degli Zucchi
– La tomba del Re e della Regina
– Piccola rievocazione storica
– Forra del Rio Maggiore
– La via cava Fantibassi

DIFFICOLTA’: Facile
LUNGHEZZA PERCORSO: 9 KM
DURATA: +/- 5 ore (+ PAUSA PRANZO)
CONTRIBUTO ASSOCIATIVO: 13 EURO ( ESCURSIONE + RIEVOCAZIONE STORICA + ASSICURAZIONE GIORNALIERA + TESSERA ASSOCIATIVA)

PER INFO E PRENOTAZIONI:
👉LUCA 3386978479

COSA PORTARE:
Abbigliamento e scarpe da trekking + pranzo al sacco + acqua (almeno 1,5 lt a testa)

ORA E LUOGO DELL’APPUNTAMENTO:
Ore 9:00 puntuali presso Falerii Novi ( Fabrica di Roma, VT)

AD ACCOMPAGNARVI IN QUESTA ESCURSIONE:
– LUCA PANICHELLI, Dottore in “Arte, cultura e turismo del territorio”; esperto conoscitore dell’Agro Falisco; studioso della cultura falisca; fondatore del blog Tesori Nascosti – Agro Falisco; accompagnatore volontario delle forre

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:
Nel momento dell’ISCRIZIONE all’evento, che può avvenire per VIA TELEFONICA (Luca 3386978479) o TRAMITE MESSAGGIO ALLA PAGINA FACEBOOK Tesori Nascosti – Agro Falisco, i partecipanti dovranno rilasciare i propri dati (nome, cognome, data di nascita e codice fiscale) per la stipulazione dell’assicurazione infortuni giornaliera compresa nella quota. I dati rilasciati verranno utilizzati ai sensi dell’art. 13 D.lgs. n. 196/2003 per la stipulazione della polizza stessa. I dati vanno forniti solo per la prima partecipazione, per le escursioni successive non verranno richiesti in quanto registrati.

EVENTO ORGANIZZATO DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE “STRADA DEI SAPORI E DELLA CULTURA NELLE FORRE FALISCHE” IN COLLABORAZIONE CON IL BLOG Tesori Nascosti – Agro Falisco

LE ISCRIZIONI ALL’EVENTO SARANNO CHIUSE SABATO 26 OTTOBRE O AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MASSIMO DEI PARTECIPANTI.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

SABATO 29 GIUGNO – “APERI-TREKKING AL TRAMONTO TRA CASCATE, CAVITÀ MISTERIOSE E PRODOTTI LOCALI”

36823915_1278656622289072_3643723092829667328_n.jpg

🌳🌳🌳🚶🌳🌳🌳

“APERI-TREKKING AL TRAMONTO TRA CASCATE, CAVITÀ MISTERIOSE E PRODOTTI LOCALI” – Gallese(VT)

È arrivata l’estate e…..tornano i bellissimi APERI-TREKKING AL TRAMONTO!!!🌄
Questa volta andremo alla scoperta di alcuni “TESORI NASCOSTI” nelle campagne circostanti il centro abitato di Gallese, un delizioso paesino nella provincia di Viterbo.

Il percorso, di circa 6 km, si snoda in parte su stradine asfaltate di campagna, ed in parte su sentieri sterrati (in gran parte ombreggiati)… e proprio per questo motivo risulta FACILE ED ADATTO A TUTTI !!!

Durante questa escursione andremo alla scoperta di uno dei più grandi “rompicapo” di questo territorio, ovvero le MISTERIOSE CAVITÀ IPOGEE DI LOIANO. Di queste “grotte”, scavate a mano nel tufo dall’uomo, ancora oggi si sà ben poco, ma al loro interno trasuda un velo di mistero, ed anche la sua conformazione rimanda a qualcosa di arcaico e segreto…
E poi ci sono loro..LE CASCATE DEI FRATI, vero e proprio angolo di PARADISO TERRESTRE, dove la natura si è abilmente sbizzarrita a plasmare a suo piacimento questo incredibile ed emozionante luogo..tra i più pittoreschi dell’agro falisco!!
Qua potremo finalmente rinfrescarci nelle limpide acque del ruscello, ma non solo…. ad attenderci, infatti, ci sarà Roberto (Associazione culturale “Strada dei Sapori e della Cultura nelle Forre Falische”) con un gustoso APERITIVO A BASE DI PRODOTTI LOCALI:

– Formaggi dell’azienda agricola CRAPA di Civita Castellana(VT);

– Bruschette con olio dell’azienda agricola “LUCA DI PIERO” di Civita Castellana;

– Salumi locali

– Vino bianco dell’ azienda agricola “OLIVIERI” di Gallese (VT)

Non mancate…l’AGRO FALISCO VI ASPETTA!!!

COSA VISITEREMO:

– LE CASCATE DEI FRATI

– I MISTERIOSI IPOGEI DI LOIANO

DIFFICOLTA’: Facile
LUNGHEZZA PERCORSO: 6 KM
DURATA: +/- 3 ore (+ APERITIVO)
COSTO: 13 EURO ( ESCURSIONE + APERITIVO CON PRODOTTI LOCALI + ASSICURAZIONE GIORNALIERA + TESSERA ASSOCIATIVA GRATUITA)

PER INFO E PRENOTAZIONI:
👉LUCA 3386978479

COSA PORTARE:
Abbigliamento e scarpe da trekking + cappello + acqua (almeno 1,5 lt a testa)

ORA E LUOGO DELL’APPUNTAMENTO:
RITROVO: ore 16:30 puntuali presso Gallese (VT)
PARTENZA: ore 17:00

AD ACCOMPAGNARVI IN QUESTA ESCURSIONE:

👉LUCA PANICHELLI, Dottore in “Arte, cultura e turismo del territorio”; esperto conoscitore dell’Agro Falisco; studioso della cultura falisca; fondatore del blog Tesori Nascosti – Agro Falisco

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:
Nel momento dell’ISCRIZIONE all’evento, che può avvenire per VIA TELEFONICA (Luca 3386978479) o TRAMITE MESSAGGIO ALLA PAGINA FACEBOOK Tesori Nascosti – Agro Falisco, i partecipanti dovranno rilasciare i propri dati (nome, cognome, data di nascita e codice fiscale) per la stipulazione dell’assicurazione infortuni giornaliera compresa nella quota. I dati rilasciati verranno utilizzati ai sensi dell’art. 13 D.lgs. n. 196/2003 per la stipulazione della polizza stessa. I dati vanno forniti solo per la prima partecipazione, per le escursioni successive non verranno richiesti in quanto registrati.

EVENTO ORGANIZZATO DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE “STRADA DEI SAPORI – TERRE FALISCHE” IN COLLABORAZIONE CON IL BLOG Tesori Nascosti – Agro Falisco.

LE ISCRIZIONI ALL’EVENTO SARANNO CHIUSE VENERDI 28 GIUGNOO AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MASSIMO DEI PARTECIPANTI

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

DOMENICA 9 GIUGNO – ESCURSIONE: “FORRE, VIE CAVE E PANORAMI MOZZAFIATO: BENVENUTI A CASTEL D’ISCHIA!”

59978396_1559991007488964_263036922627096576_n.jpg

🌳🌳🌳🚶🌳🌳🌳

DOMENICA 9 GIUGNO – ESCURSIONE

“FORRE, VIE CAVE E PANORAMI MOZZAFIATO: BENVENUTI A CASTEL D’ISCHIA!”

Dopo il maltempo di questi ultimi giorni tornano FINALMENTE le splendide escursioni nell’AGRO FALISCO!

Questa volta, senza esagerazioni, andremo alla scoperta di uno dei siti archeologici più scenografici e suggestivi di questo incredibile territorio: L’INSEDIAMENTO MEDIEVALE DI CASTEL D’ISCHIA!

Partiremo da Nepi(VT) e sarà un susseguirsi di emozioni e stupore: dopo aver attraversato ed ammirato alcune VIE CAVE o TAGLIATE scavate a mano nel tufo in epoca falisca e dalle dimensioni davvero ciclopiche, risaliremo dal fondo di una selvaggia forra fino ai suoi margini. Qua, durante il nostro cammino avremo l’opportunità di ammirare l’antico centro storico di Nepi e Castel Sant’Elia da un’insolita quanto suggestiva prospettiva.
La meta finale di questo nostro viaggio sarà lo scenografico e pittoresco INSEDIAMENTO MEDIEVALE DI CASTEL D’ISCHIA ed il suo incredibile panorama: il sito sorge infatti all’estremità di un pianoro incastonato tra le verdi e lussureggianti forre circostanti, creando così uno scenario davvero unico ed emozionante!
Dopo aver pranzato al sacco ai margini della forra, con una vista da togliere letteralmente il fiato, riprenderemo il nostro cammino attraversando sterminati campi in fiore, per poi arrivare a
CASTEL SANT’ELIA (VT).

Il pranzo è al sacco.

N.B. Questa escursione era prevista per il mese scorso, ma a causa del maltempo è stata rinviata a DOMENICA 9 GIUGNO.

Apri il link sotto e guarda il video trailer dell’evento:
https://youtu.be/yv7VK8EjW74

🌳🌳🌳🌳🌳🚶🚶🚶🚶🚶🌳🌳🌳🌳🌳

DETTAGLI PERCORSO:
DISTANZA: 12 KM
DIFFICOLTÀ: FACILE
DURATA:+/- 6 ore
CONTRIBUTO ASSOCIATIVO: 12 EURO ( LA QUOTA COMPRENDE: ESCURSIONE + ASSICURAZIONE GIORNALIERA + TESSERA ASSOCIATIVA)

COSA VISITEREMO:

📌 PANORAMI DA TOGLIERE LETTERALMENTE IL FIATO

📌 VIE CAVE (CAVONI) scavate a mano nel tufo in epoca falisca

📌 L’ANTICO INSEDIAMENTO MEDIEVALE DI CASTEL D’ISCHIA

📌 PANORAMI DA TOGLIERE LETTERALMENTE IL FIATO

📌 PONTE MEDIEVALE

PER INFO E PRENOTAZIONI:
👉LUCA 3386978479

COSA PORTARE:
Abbigliamento e scarpe da trekking +cappello + pranzo al sacco + acqua (almeno 1,5 lt a testa)

ORA E LUOGO DELL’APPUNTAMENTO:
Ore 9:30 puntuali presso Castel Sant’Elia (VT)

AD ACCOMPAGNARVI IN QUESTA ESCURSIONE:
– LUCA PANICHELLI, Dottore in “Arte, cultura e turismo del territorio”; esperto conoscitore dell’Agro Falisco; studioso della cultura falisca; fondatore del blog Tesori Nascosti – Agro Falisco; Accompagnatore volontario delle forre

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:
Nel momento dell’ISCRIZIONE all’evento, che può avvenire per VIA TELEFONICA (Luca 3386978479) o TRAMITE MESSAGGIO ALLA PAGINA FACEBOOK Tesori Nascosti – Agro Falisco, i partecipanti dovranno rilasciare i propri dati (nome, cognome, data di nascita e codice fiscale) per la stipulazione dell’assicurazione infortuni giornaliera compresa nella quota. I dati rilasciati verranno utilizzati ai sensi dell’art. 13 D.lgs. n. 196/2003 per la stipulazione della polizza stessa. I dati vanno forniti solo per la prima partecipazione, per le escursioni successive non verranno richiesti in quanto registrati.

EVENTO ORGANIZZATO DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE “STRADA DEI SAPORI – TERRE FALISCHE” IN COLLABORAZIONE CON IL BLOG Tesori Nascosti – Agro Falisco

LE ISCRIZIONI ALL’EVENTO SARANNO CHIUSE SABATO 8 GIUGNO O AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MASSIMO DEI PARTECIPANTI

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

PONTE “PICCHIATO” – Gallese (VT)

Molto spesso alcuni “TESORI NASCOSTI DELL’AGRO FALISCO” li abbiamo proprio sotto ai nostri occhi ma, ignorando completamente la loro esistenza, a volte non riusciamo a vederli…
Ne è un chiaro esempio il #PONTEPICCHIATO a #GALLESE, il quale ai tanti risulterà sconosciuto, ma altrettanti ci saranno passati inconsapevolmente sopra con la propria auto senza neanche accorgersene.
Questo antico ponte, infatti, ancora oggi è molto utilizzato e centinai di mezzi di trasporto(anche pesanti) lo attraversano quotidianamente. Ora in molti vi starete chiedendo come sia possibile tutto ciò… bhe la risposta è davvero molto semplice: la parte superiore di questo ponte è stata rinforzata ed asfaltata in epoca recente.
Mi spiego meglio: il PONTE “PICCHIATO” in realtà è un opera costruita molto probabilmente in epoca etrusca e migliorata in età romana. Questo rappresentava uno dei tanti ponti dislocati lungo l’antica #VIAFLAMINIA , la strada consolare romana che collegava Roma con Rimini, e fatta costruire nel 220 a.C. dal console Caio Flaminio  (da cui prende il nome) ricalcando in parte alcuni tracciati preesistenti di epoca etrusca.
Una volta giunta nella valle del Tevere, ai margini del territorio di Gallese (VT)  la Flaminia correva lungo la riva destra del fiume, incontrando il Rio Maggiore e il Rio Fratta, corsi d’acqua che venivano superati con altri due ponti romani, tra cui  PONTE PICCHIATO (chiamato anche PONTE ETRUSCO) per poi attraversare il Tevere lungo il Ponte di Augusto. Dalla fine del XVI secolo, il tratto gallesino della Flaminia è definito Via Tiberina, per la deviazione della via consolare sul Ponte Felice, a Borghetto, evento che tagliò fuori dal percorso originario il segmento viario compreso tra Gallese Teverina e Otricoli.

Ad oggi, dove un tempo passava la Flaminia, scorre la STRADA PROVINCIALE 150 e questo incredibile ponte è stato completamente ricoperto dall’asfalto ed inglobato nel moderno tratto stradale. Da sopra la strada naturalmente non si riesce a percepire neanche minimamente la bellezza dell’antica struttura, ma se si è curiosi e si ha il tempo di scendere sotto di essa ….lo spettacolo è assicurato!

Attualmente PONTE PICCHIATO presenta un lungo terrapieno a parallelepipedi alti circa 45 cm e lunghi da un metro a 85 cm, sovrapposti senza interposizione di calce. La struttura, costruita a piccoli blocchi bugnati, misura 10,50 m di luce e 8 m di larghezza, venne probabilmente restaurata alla fine del periodo repubblicano.

TESTO E VIDEO DEL DOTT. LUCA PANICHELLI

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento